quarantanove

1.1K 42 0
                                    

"Sveglia, piccioncini!" Luca fu il primo ad irrompere nella stanza dove i due dormivano ancora beatamente, nonostante Alex avesse provato a fermarlo. Ava si stropicciò gli occhi un paio di volte, ma non appena riconobbe quelle voci, spalancò la bocca, tirandosi su di getto. "O mio Dio, Fra" gli colpì il braccio un paio di volte. "Credo di aver esagerato ieri sera, ho le allucinazioni"

Il gruppo di ragazzi scoppiò a ridere, costringendo anche Fra a svegliarsi, seppur controvoglia. "Non fare l'idiota" sbuffò. "Sono qui davvero" ava tirò un urlo, alzandosi su di scatto per correre vicino a loro.

Mattia tossì un paio di volte, alla vista delle sue gambe nude, solo la camicia di fra la copriva, il giusto indispensabile. "Idiota" alzò gli occhi al cielo, Francesco, gettandole contro un paio di pantaloncini. "Finiscila di chiamarmi così!" Si imbronciò, affrettandosi a infilare i pantaloni, per coprirsi.

"Scusa, amore" sussurrò, prima di lasciarle un bacio sulla tempia destra. Ma non parlò a voce abbastanza bassa, perché Luigi lo sentì chiaramente. "È un amore quello che ho sentito?" Urlacchiò come una fan girl. "Siete tornati insieme?" Lo spalleggiò Christian.

Si guardarono, prima di sorridersi. Fra le passò un braccio intorno alle spalle. "Sì, stiamo di nuovo insieme"

-1

La strada verso il cuore | crytical Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora