12. Caldo

2.4K 102 9
                                    

Ginevra

Oops! Questa immagine non segue le nostre linee guida sui contenuti. Per continuare la pubblicazione, provare a rimuoverlo o caricare un altro.

Ginevra

Non riesco a pensare ad altro.
La folle attrazione che mi spinge verso Kumo è qualcosa di totalizzante.
Ieri sera nella doccia, se non ci avessero bussato, non so cosa sarebbe successo.

Le ragazze mi hanno chiesto se fosse accaduto qualcosa, ma fondamentalmente non ho mentito. Non è successo niente.

-"Non hai lezione tra poco?" Mi domanda Sarah, mentre sono ancora sul letto.
Ed effettivamente ha ragione.
Scatto in piedi ringraziandola e inizio a prepararmi alla velocità della luce.

Con Sofia, Nicholas e Simone non è più successo nulla.
Ci evitiamo e basta. Non sono nemmeno venuti a chiedermi scusa per le cose pessime che hanno detto senza motivo.
Il clima in casetta non è cambiato un granché: nessuno a parte Kumo ha preso una vera e propria posizione, ma non li biasimo in fondo. Una cosa non esclude l'altra. 
Confesso però di aver visto sui social alcuni Twitter su questa faccenda e leggendo le parole di Kumo mi è spuntato un sorriso. È l'unico che mi ha veramente difesa, in fin dei conti.

(Nota dell'autrice: Creando questo affare, ho compreso quanto facciano pena le mie doti grafiche, quindi mi sa che sarà il primo e pure l'ultimo🥲)

Oops! Questa immagine non segue le nostre linee guida sui contenuti. Per continuare la pubblicazione, provare a rimuoverlo o caricare un altro.

(Nota dell'autrice: Creando questo affare, ho compreso quanto facciano pena le mie doti grafiche, quindi mi sa che sarà il primo e pure l'ultimo🥲)

Quando entro in sala, fortunatamente non c'è nessuno e posso iniziare a riscaldarmi con calma.
Oggi io e Kumo dovremmo iniziare a studiare la coreografia. Non so come farò a guardarlo in faccia dopo quello che è successo ieri sera, ma allo stesso tempo il mio corpo non vede l'ora di avere di nuovo un contatto con il suo.

-"Ciao Ginny." Mi salutano Umberto e Francesca entrando. Ricambio sorridendo. "Kumo non è ancora arrivato?"
Proprio mentre lo dicono, lui arriva correndo.

-"Sono qui, sono qui. Scusate il ritardo."

-"Non sei in ritardo, tranquillo." Gli risponde Francesca.
Una volta che si è sistemato e io ho infilato i tacchi da latino, iniziamo subito a provare i primi passi.
La tensione tra me e Kumo è evidente, ma non è la stessa del primo passo a due. È diversa. Ogni volta che mi tocca, il punto in cui lo fa sembra prendere fuoco.
Non riesco a concentrarmi per più di cinque secondi.

Passo dopo passo|| Kumo Amici 23Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora