➸𝑪apitolo trentasei

1.8K 106 6
                                    

Camille Leclerc

"Dai una sera da ragazza di diciannove anni non ti renderà una cattiva madre"

Carlos è, tra tutti, quello che oltre a rendere felice mio figlio tenta di rendere felice anche me. Sa benissimo che in questi mesi non mi sono mai staccata dal piccolo, che non mi sono mai concessa una giornata senza di lui e che soprattutto non sono più andata a ballare.

Per questo stasera mi vuole imporre di raggiungere lui e gli altri ad un party pre gara, uno di quelli dove si scassano senza pensare alle conseguenze del giorno dopo.

"Va bene"

Alla fine vedo perché vorrei realmente godermi una serata con i miei amici. Chiamo mia madre che è più che contenta di avere il suo bellissimo nipotino per una sera.

Tutti amano Herve, chiunque avessi chiamato in rubrica avrebbe fatto i salti di gioia a tenerlo con sé.

"Vado a farmi bella"

Se devo divertirmi devo anche essere presentabile, ormai i trucchi elaborati e i vestiti scollati sono diventati un qualcosa di estraneo.

"Lo sei sempre"

Non so perché rimaniamo a fissarci qualche istante dopo questa sua affermazione. Dovendo muovermi non ci penso più, andando in camera mia.

Alla fine opto per un vestito dorato che fa risaltare i miei colori e anche un bel paio di tacchi. Strano da dire ma mi erano mancati anche loro.

A passarmi a prendere è mio fratello, un po' scontento.

"Che succede Charlie?"

"Non voglio che qualcun'altro si innamori della mia sorellina"

"Smettila idiota"

"La smetto solo perché so che hai occhi solo per Lando"

Non è vero vorrei dire, eppure sarebbe una grande bugia a cui nessuno crederebbe. Non guardo nessuno come guardo Lando, non desidero nessuno al di fuori dell'inglese.

Qualche sera fa ho sognato che si rifidanzasse, un incubo che mi ha lasciato il magone addosso per qualche ora. Non saprei accettare di vederlo con un'altra, proprio non ci riesco.

Però per la paura sono mesi, esattamente dalla nascita di Hervè, che obbligò chiunque a non dirmi nulla su una sua possibile frequentazione. Occhi non vede, cuore non duole.

Amare ancora, chissà se questa volta sono capace di farlo. Ora che ho conosciuto non uno, ma ben due nuovi tipi di amori saprò accettare di andare avanti. L'amore per Lando è stato qualcosa di magico, che mi ha trasportato in una dimensione nuova e sconosciuta. L'amore per Hervè è qualcosa che ti cambia per sempre la vita. Vederlo sorriderti è la gioia più grande che il tuo cuore possa provare.

Infantilmente spero che questi due siano gli uomini della mia vita, fatta eccezione per i miei fratelli, però razionalmente so che c'è troppo in ballo per essere possibile.

Arrivati al locale perso dubito di vista Charles, probabilmente già al bar a bere qualcosa. Monaco è la sua maledizione in più la rottura con Charlotte e questa propaganda che dovrà fare lo stanno in qualche modo affossando.

"Vieni con me, estrellina"

La mano calda di Carlos mi intercetta e mi trascina nella zona vip dove sono già seduti alcuni piloti. Chi è già sbronzo balla come se non fosse un domani, mentre i più sobri chiacchierano tra di loro.

Ed è lì che lo vedo, bello e dannato. Con la camicia sbottonata per metà e i ricci in disordine. Al suo collo pende ancora quella collanina, quella con la mia iniziale. Non gliel'ho più vista addosso a causa dei maglioni eppure speravo potesse conservarla con affetto.

➸ Wildest Dreams || Lando NorrisDove le storie prendono vita. Scoprilo ora