➸𝑪apitolo quaranta

1.6K 110 19
                                    

Camille Leclerc

È possibile rimanere così sorpresi da una notizia tanto da ripensarci per giorni interi? Chiedo per un'amica.

Scherzo, ovviamente lo chiedo per me stessa. Se dovessi spiegare quello che è successo negli ultimi quattro giorni saprei solo ripetervi a memoria le parole che mi sono state dette da Carlos, quando a sorpresa è venuto a Monaco a trovarmi.

È arrivato con il suo zaino e un mazzo di tulipani profumatissimi, con l'aria contenta più che mai. Al piccolo Hervè ha regalato un'adorabile tutina di spider-man sostenendo che il piccolo prima o poi ci avrebbe salvati tutti dai nostri disagi mentali.

Il primo giorno l'abbiamo passato in giro, a visitare quei luoghi tanto familiari quanto quieti. Poi, dal nulla, seduti ad un bar mi ha confessato ciò che mi vortica in testa da giorni.

"Speravo che la distanza potesse lenire ciò che provo. Ti giuro che non so nemmeno come tutto ciò sia successo, ma da quando ero in crisi con Isa che non faccio che ripensare a te"

"Lando questo lo sa?"

"Come potrei mai guardarlo in faccia e dirgli che provo qualcosa per la madre di suo figlio?"

Totalmente inaspettato, tanto che la sua affermazione non ha ricevuto alcuna risposta. Nessuna negazione né affermazione. Sono rimasta semplicemente bloccata sperando che tutto ciò fosse l'ennesimo scherzo alla Carlos.

"Te lo voglio dire per liberarmi la coscienza. Spero che così qualcosa possa farmi rassegnare. Se mi mettessi l'anima in pace starei meglio e probabilmente mi passerebbe prima o poi. Non farei mai una cosa del genere a Lando"

Muta come un pesce sono diventata, rimanendo in questo stato incredulo per giorni. Mi sento quasi inadeguata davanti a questa situazione. Non voglio ferire in alcun modo Carlos, ma non ho mai pensato a lui se non come un amico.

Non sono in una buona posizione che Lando, ma mai gli farei questo. Eppure le ricordo le sensazioni che Carlos mi ha provocato quando eravamo soli a Barcellona.

Certe volte vado nella paranoia, iniziando a pensare troppo come adesso. Carlos c'è sempre stato per me, più che mai da quando Lando è scomparso dopo il parto.

Odio quando cerco di autoconvincermi di certe cose solo per non fare un torto a qualcuno, ma oggi non accetterò di provare solo a pensare di provare qualcosa per Carlos, cosa assolutamente non vera.

Basta, mi sto solo innervosendo a ripensarci. Non so come uscire da questa situazione, voglio Carlos come amico e ho una paura matta di perderlo.

Quando finalmente mi decido a preparami per andare a trovare Charlotte, sento bussare alla porta. Non aspettavo nessuno, Arthur e Charles sono ad Imola. Mamma avverte sempre prima di venire e Lorenzo è fuori per lavoro.

Quindi invece di aprire direttamente domando prima chi è, sentendo una riposta totalmente inaspettata.

"Apri piccola Leclerc"

Che cazzo ci fa Lando a Monaco quando domani deve essere ad Imola per le prove libere? Oggi è il media day e dai messaggi di Grace, che è ospite nei box ferrari, Charles e Lewis, come gli altri piloti, sono impegnati con le interviste.

Attendo che il ragazzo varchi la porta per rendermi conto che è vestito esattamente come nelle foto uscite stamattina dal paddock quindi viene direttamente da lì.

"Che ci fai qui Lando?"

"Sto uscendo pazzo Camille"

Mi guarda con disperazione, rabbia, gelosia. Leggo un casino nei suoi occhi chiari e non ne capisco il perché.

➸ Wildest Dreams || Lando NorrisDove le storie prendono vita. Scoprilo ora