26. Irrimediabilmente

1.8K 66 0
                                    

"Ho come l'impressione che non passino le ore
Tu rimani la mia soluzione, vedo
Luce nei tuoi occhi chiari (chiari)
Ti ho sulla punta della lingua (sulla punta della lingua)
Come le cose che non ricordi mai "

"Ho come l'impressione che non passino le oreTu rimani la mia soluzione, vedoLuce nei tuoi occhi chiari (chiari)Ti ho sulla punta della lingua (sulla punta della lingua)Come le cose che non ricordi mai "

Oops! Questa immagine non segue le nostre linee guida sui contenuti. Per continuare la pubblicazione, provare a rimuoverlo o caricare un altro.

Ginevra

-"Alla fine ci ritroviamo sempre tutti qui." Commenta Petit facendoci scoppiare tutti a ridere.
Siamo di nuovo stati chiamati tutti, ballerini e cantanti, sulle gradinate.

-"Malía, che dici, facciamo vedere un filmato?" Gli domanda Maria con voce materna e lui annuisce sedendosi di fronte a noi.

Alla tv parte un filmato in cui lui racconta a Rudy la situazione che sta vivendo in casetta con noi.
-"Io all' inizio mi sono posto male e di questo ne sono consapevole, ma poi ho cercato di rimediare. Mi sento come quando a scuola arrivavo con il trolley e mi prendevano tutti per il culo."

Quando il filmato finisce, l'unico suono che si sente sono le lacrime di Malía.
Kia, la ragazza nuova, si alza subito e lo va ad abbracciare.
Io tengo la testa bassa, consapevole che probabilmente potevo fare di più anche io per farlo integrare e sicuramente farlo avvicinare per far ingelosire Kumo non è stata una mossa che ha agevolato la sua integrazione.
Mi sento in colpa.

Sarah prova a giustificarsi dicendo che le prese in giro sul nome, che da quanto ho capito sono state le cose che gli hanno fatto più male, sono cose sono state dette a tutti.
Nicholas interviene subito e per una volta sono d'accordo con lui: sostiene che è inutile adesso tentare di giustificarsi, bisogna chiedere scusa e basta.

Alla fine la discussione finisce con Malía che va nel giardino sul retro insieme a Nicholas e Gaia, mentre io rimango sulle gradinate con gli altri.

-"Io non mi sento in colpa." Commenta Mida alzando le spalle. "Io non gli ho fatto nulla rispetto a quello che lui ha fatto a me."

-"Quello che ha fatto lui non si discute e tu non devi averci per forza a che fare, ma il problema è stato il gruppo contro di lui." Mi intrometto.

-"Tu dovresti stare un po' zitta, dato che sei una delle cause per cui è stato escluso." Mi risponde acida Sofia.

-"Sofi, ma che problemi hai con me vorrei proprio capirlo." Commento alzandomi dalle gradinate.

-"È che tu fai tanto la finta tonta ma poi sei peggio di tutti noi."

-"Quindi ora è tutta colpa mia, giusto?" Mi viene quasi da ridere se non fosse per il nodo allo stomaco che mi si è formato dal nervoso.

Sofia sta per ribattere, ma Tiziano si alza e viene verso di me. "Lascia perdere, Gi. Certa gente non ha il senso del limite. Andiamo di là."
Mi circonda le spalle con il braccio e mi guida verso il suo letto.
Ci sdraiamo sopra e lui mi abbraccia.

Passo dopo passo|| Kumo Amici 23Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora