47. Luce

1.1K 56 3
                                    

"Welcome to the final show, hope you're wearing your best clothes."

Ginevra

Oops! Questa immagine non segue le nostre linee guida sui contenuti. Per continuare la pubblicazione, provare a rimuoverlo o caricare un altro.

Ginevra

Due mesi.
Una prognosi di due mesi per tornare a ballare e nemmeno come prima, agli inizi.

Piango come una disperata mentre ripongo gli abiti nella valigia con l'aiuto di Martina e Gaia.

-"Ginevra?" La voce di Maria risuona nella casetta.

-"Sì, Maria?" Dico tra i singhiozzi.

-"Vai in gradinata, c'è un video per te." Mi alzo con l'aiuto delle stampelle e mi dirigo dove mi è stato detto.

Questo è veramente un coronamento di merda per un periodo di merda.
Da quando Kumo è uscito da questo programma, ha iniziato ad andare tutto a rotoli, ma almeno mi rimaneva la danza e ciò mi dava grandi soddisfazioni. Ora non ho nemmeno più questo.

Mi siedo a fatica sul cuscino azzurro e guardo la televisione ancora spenta illuminarsi.
Riconosco subito la signora del video: è la stessa che ha parlato a Kumo.
E infatti mi offre una borsa di studio per la scuola di danza di Milano di cui posso usufruire quando mi sarò dimessa.

-"Grazie mille." Dico sorridendo sinceramente per la prima volta da giorni.

-"C'è n'è un altro."

Questa volta è il direttore di una rinomata accademia di New York che mi offre una borsa di studio di due settimane.

New york.

Il primo pensiero appena sento queste due parole è Tiziano.

-"Appena usciamo di qui, ti prometto che andiamo a New York."

-"Non so come ringraziarli, grazie mille." Dopo aver ripetuto almeno cinque volte grazie, è il momento di chiudere le valigie e di uscire per sempre da quella casetta.

Ieri ho salutato la Celentano che mi ha dato la triste notizia ed è stata forse la parte peggiore di tutto questo.

-"Due mesi sono tantissimi." Inizio a singhiozzare e a passarmi le mani nei capelli.

-"Purtroppo devi abbandonare la scuola." Queste parole mi fanno piangere ancora di più e lei mi viene vicino. "Tu sai che non sono una tipa da complimenti no?" Mi sorride.

-"Si."

-"Allora mi crederai quando ti dico che tu hai fatto uno dei percorsi più belli qui dentro e sono non certa, di più, che avrai una bellissima carriera davanti."

-"Grazie, Maestra. Le voglio bene." Le confesso in un flusso di emozioni.

Lei mi sorride e basta, ma credo che anche lei me ne voglia, almeno un po'."

Passo dopo passo|| Kumo Amici 23Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora