33. Lei

1.4K 53 2
                                    

"Triste quando ci pensavo
Ci mancava tutto quanto, perfino la data di un anniversario
Scrivevano: "È fidanzato", solo perché finanziavo
Ti darei da bere il sangue, perché è tutto ciò che adesso mi è rimasto
Credimi, sembra impossibile accettare che oramai ti ho detto: "Ciao""

"Triste quando ci pensavoCi mancava tutto quanto, perfino la data di un anniversarioScrivevano: "È fidanzato", solo perché finanziavoTi darei da bere il sangue, perché è tutto ciò che adesso mi è rimastoCredimi, sembra impossibile accettare che or...

Oops! Questa immagine non segue le nostre linee guida sui contenuti. Per continuare la pubblicazione, provare a rimuoverlo o caricare un altro.

Kumo

Da quando le labbra di Ginevra si sono appoggiate su quelle di Sebastian, dentro di me sento solo freddo.
Un freddo che mi rende arido e secco, che non mi fa provare niente.

L'unico momento di debolezza in cui sono esploso è stato l'altro giorno sulle gradinate, quando abbiamo fatto il gioco di continuare la frase con Maria.
Le lacrime sono scese senza che potessi controllarle e mi dispiace aver fatto piangere anche lei, ma non potevo girarmi nemmeno a guardarla.

Io con l'amore non ci voglio avere niente a che fare, mai più.

Questo è quello che mi ripeto dalla puntata della scorsa settimana in cui tutto è cambiato.
Dirle quelle cose, in quel momento, mi ha fatto sentire meglio. E tutt'ora devo dire che probabilmente le ridirei.
Ma non per questo sono vere, che sia dannato se lo sono, perché lei è stata tutto fuorché uno sfizio.

-"Bro, ma non hai lezione tu?" Mi domanda Mida confuso dal fatto che sono ancora sul letto.

Cazzo.

Senza farmelo ripetere due volte, scatto in piedi, afferro il borsone e corro verso gli studi dato che la lezione inizia tra cinque minuti e io mi devo ancora scaldare.

E comunque non posso non ripensare a quell'improvvisazione che ha fatto con Sebastian.
Ho davvero pensato che volesse uccidere tutti gli uomini presenti, in primis me che ho dovuto stringere i pugni per resisetere all'impulso di prendere Sebastian e attaccarlo al muro. Era così contento, il signorino.

-"Ciao Kumino!" Mi saluta Giulia Stabile appena entro in sala. Mi viene incontro e mi abbraccia.
Io ricambio lasciandole un bacio sulla fronte.

So che probabilmente in questi giorni il mio comportamento è stato piuttosto equivocabile, le ho dato molta confidenza e lei se l'è presa tutta.

-"Proviamo la nuova coreografia?" Chiedo dopo essermi tolto la giacca.

Questa settimana dobbiamo fare un passo a due io e lei da portare in puntata, quindi ovviamente abbiamo quasi tutte le lezioni insieme.

-"Certo!"

Iniziamo subito a provare e dopo quasi un'ora e mezza ci fermiamo per una pausa acqua.
Mentre beviamo, una voce risuona in tutti gli studi, facendoci spaventare.

Passo dopo passo|| Kumo Amici 23Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora