37. Maledetta empatia

1.4K 52 6
                                    

Leggete lo spazio autrice per favore💖

Leggete lo spazio autrice per favore💖

Oops! Questa immagine non segue le nostre linee guida sui contenuti. Per continuare la pubblicazione, provare a rimuoverlo o caricare un altro.

Ginevra

Avete presente quando venite travolti dalla completa consapevolezza che ce l'avete fatta? Che tutti i vostri sforzi sono stati ripagati in qualche modo?
Beh io mi sono sentita proprio così quando Maria mi ha dato tra le mani la maglia d'oro.

Dopo aver ringraziato infinite volte la Maestra, la prima persona da cui sono corsa è stata Tiziano che mi ha circondato con le sue braccia muscolose e mi ha fatto girare.
Era così felice per me che quando ho visto le foto dell' inquadratura di quel momento per poco non mi sono messa a piangere di nuovo.

 Era così felice per me che quando ho visto le foto dell' inquadratura di quel momento per poco non mi sono messa a piangere di nuovo

Oops! Questa immagine non segue le nostre linee guida sui contenuti. Per continuare la pubblicazione, provare a rimuoverlo o caricare un altro.

Il problema è che adesso lui è così triste.
Sostanzialmente Nicholas, Giovanni, Nahaze e Ayle sono stati convocati in studio da Rudy e la Celentano e con loro c'erano anche Todaro e la Pettinelli.
Raimondo ha detto che crede che Sofia meriti la maglia più di Nicholas e che quindi lui aspetterà fino all' ultimo per dargliela.
In buona sostanza, se avanza una maglia gliela darà, altrimenti ciao ciao.

Ovviamente, e per una volta sono stra d'accordo con lui, Nicholas si è arrabbiato, gli è andato a parlare dicendogli che se lui ha intenzione di dargli la maglia solo perché ne avanza una, lui se ne va. Todaro non l'ha trattenuto.

Così Nicholas è tornato in casetta e ha iniziato a fare la valigia, finché non è arrivato Emanuel.
Il primo che ho guardato è stato Tiziano che aveva una faccia da funerale ovviamente perché si era già iniziato a fare mille paranoie.
Quando poi Nicholas è tornato dagli studi dove era stato con Emanuel, ha detto che lo ha preso nella sua squadra.
Tutti l'hanno festeggiato, ma il mio unico pensiero è stato Tiziano che dopo aver applaudito è andato di corsa in cucina.

-"Ti, come stai?" Gli ho domandato raggiungendolo e abbracciandolo da dietro mentre cucinava qualcosa in padella.

-"Di merda. Lo sai cosa significa questo? Che me ne vado."

-"Non dirlo nemmeno per scherzo! Emanuel di certo non ha spiccato per la sua coerenza, ma una cosa non esclude l'altra."

In quel momento arriva Giovanni che lo affianca. "Oh dai Kumo, non iniziare a farti paranoie. Sii felice che rimane."

Passo dopo passo|| Kumo Amici 23Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora